Tachigrafo digitale

Che cosa è

Il tachigrafo digitale è l'apparecchiatura di controllo (Regolamento CEE 3821/85) destinata ad essere montata a bordo dei veicoli stradali per indicare, registrare e memorizzare in modo automatico o semiautomatico i dati sulla marcia dei veicoli e sui periodi di lavoro dei loro conducenti.

Che cosa fare

Autorizzazione alle officine per l'attivazione e controllo del tachigrafo digitale

Chi intende ottenere la sola autorizzazione per svolgere l'attività relativa al montaggio e alla prima attivazione dei tachigrafi digitali deve farne richiesta direttamente al Ministero dello Sviluppo Economico. La domanda deve essere redatta utilizzando il modulo:

Chi intende ottenere l'autorizzazione sia per l'attività di montaggio e di prima attivazione che per quella relativa al controllo periodico, alla determinazione degli errori e alla riparazione dei tachigrafi digitali deve presentare una domanda in duplice copia (di cui una in bollo) all'Ufficio metrico competente. La domanda deve essere redatta utilizzando il modulo:

L'autorizzazione ministeriale non è limitata ad una o più marche di tachigrafi digitali. Di conseguenza, una volta autorizzato, il centro tecnico può operare su tutti i modelli di tachigrafi omologati.

Attività dell'Ufficio metrico

Dopo aver controllato la domanda presentata, l'Ufficio metrico effettua un sopralluogo presso l'officina richiedente per accertare, a fronte di una lista di riscontro, il possesso della strumentazione necessaria per legge a effettuare le operazioni sui tachigrafi digitali per i quali è stata chiesta l'autorizzazione. Al termine della verifica sarà rilasciato al centro tecnico un rapporto di verifica. Qualora la verifica risultasse positiva l'Ufficio metrico procederà alla relativa comunicazione al Ministero per il rilascio dell'autorizzazione richiesta. In caso di esito negativo l'impresa richiedente provvederà ad apportare le necessarie azioni correttive alla strumentazione così come richieste dall'Ufficio metrico.

Ricevuta l'autorizzazione del Ministero dello Sviluppo Economico l'Ufficio metrico ne dà notizia all'impresa richiedente, invitando il titolare o il legale rappresentate al ritiro del provvedimento ministeriale, con firma di una copia per ricevuta.

Validità dell'autorizzazione

L'autorizzazione ministeriale ha la durata di un anno ed è rinnovabile. Al termine del periodo di validità, il centro tecnico interessato propone l'istanza di rinnovo utilizzando il modulo:

oppure il modulo:

Con l'entrata in vigore dal 2 marzo 2015 degli artt. 24, 34 e 45 del Regolamento UE n. 165/2014 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione europea e con la successiva pubblicazione della lettera circolare prot. n. 31981 del 9/3/2015 del Ministero dello Sviluppo Economico, le istanze di rinnovo dell'autorizzazione ministeriale relativo al montaggio, controlli periodici e interventi tecnici sui tachigrafi digitali, devono essere corredate oltre che dalla consueta documentazione, anche delle sottoelencate dichiarazioni:

In attesa dell'emanazione del decreto ministeriale che andrà a modificare il decreto del Ministero dello sviluppo economico del 10 agosto 2007,  le dichiarazioni, corredate di copia dei documenti di identità dei firmatari, dovranno pervenire all’ufficio allegate alle istanze di rinnovo.

Contatti

Ufficio metrico e vigilanza

Unità organizzativa
Ufficio metrico e vigilanza
Responsabile
Aldo Salvatore Medina
Indirizzo
largo Belotti, 16 - Bergamo (secondo piano)
CAP
24121
Telefono
035 4225 310
Email
ufficio.metrico@bg.camcom.it
PEC
cciaa.bergamo@bg.legalmail.camcom.it
Orari

Martedì dalle 9.00 alle 15.30. Lunedì, mercoledì, giovedì e venerdì chiuso.

Orari di apertura in luglio e agosto 2019

Note

Attività: conduciamo verifiche ed ispezioni previste dalla legge a carico della Camera di commercio, tra cui i controlli su officine e laboratori accreditati. Teniamo il registro dei metalli preziosi e rilasciamo i punzoni di marcatura.

Attività sul sito: Titolare metrico | Verifica periodica laboratori abilitati | Fabbricante e riparatore metrico | Preimballaggi | Metalli preziosi | Tachigrafo digitale | Attività di controllo

Ultima modifica: Martedì 14 Maggio 2019