Verifica periodica

Che cosa è

La verifica periodica consiste nell'accertare il mantenimento dell'affidabilità metrologica nel tempo degli strumenti metrici per pesare (bilance, bilici, contapezzi, pese a ponte), per misurare (misuratori e contatori volumetrici) e l'integrità dei sigilli posti a protezione delle parti metrologicamente rilevanti.

Ad esclusione delle misure lineari, delle misure di capacità di vetro e terracotta, tutti gli strumenti di misura utilizzati per una funzione di misura legale cioè una funzione di misura giustificata da motivi di interesse pubblico, sanità pubblica, sicurezza pubblica, ordine pubblico, protezione dell'ambiente, tutela dei consumatori, imposizione di tasse e di diritti e lealtà nelle transazioni commerciali sono sottoposti alla verificazione periodica dopo la loro messa in servizio, con la seguente periodicità:

  • masse e misure campione e misure di capacità, comprese quelle montate su autocisterna: 4 anni;
  • strumenti per pesare a funzionamento non automatico e strumenti di misura della dimensione: 3 anni;
  • complessi di misura per carburanti, misuratori massici di gas per autotrazione, indicatori di livello, tassametri: 2 anni;
  • strumenti per pesare a funzionamento automatico (selezionatrici ponderali per la determinazione della massa di prodotti preconfezionati ed etichettatrici di peso e peso/prezzo: 1 anno;
  • dispositivi di conversione del volume con sensori di pressione e temperatura sostituibili: 2 anni;
  • dispositivi di conversione del volume con sensori di pressione e temperatura parti integranti: 4 anni;
  • contatori dell'acqua, del gas, del calore e dell'energia elettrica attiva: con la periodicità stabilita dall'allegato IV del decreto 93/2017.
La verifica periodica può essere effettuata anche dall'ufficio metrico fino al 17 marzo 2019 con richiesta presentata entro il 20 febbraio 2019 solo su alcune tipologie di strumenti. Successivamente sarà effettuata solo dai laboratori accreditati da Accredia, su richiesta del titolare dello strumento. L'Ufficio metrico può effettuare anche controlli casuali, senza preavviso e senza specifica richiesta da parte dell'utente. In questo caso si parla di "sorveglianza". Tale attività può riguardare sia gli strumenti di misurazione che le imprese di produzione e vendita di oggetti contenenti metalli preziosi.

A chi interessa

A tutti i titolari di strumenti metrici.

Che cosa fare

Il titolare di strumenti metrici è tenuto a richiedere la verifica periodica degli strumenti metrici secondo le scadenze riportate sulle targhette adesive e autodistruggenti apposte sugli strumenti stessi oppure a seguito di interventi di manutenzione che hanno contribuito a rimuovere i sigilli di protezione.

La verifica può essere richiesta ai laboratori accreditati oppure direttamente all'ufficio metrico della Camera di commercio (vedi Avvertimento sopra). In questo caso è necessario compilare il modulo di Richiesta di verifica a domicilio, da trasmettere obbligatoriamente insieme al modulo Dati per la fatturazione delle spese verifica metrologica, compilato in tutte le sue parti, contestualmente al pagamento, ossia entro lo stesso giorno in cui si effettua il pagamento, a cciaa.bergamo@bg.legalmail.camcom.it, allegando ricevuta del bonifico bancario effettuato al seguente conto:

Camera di commercio di Bergamo
UBI Banca spa
IBAN IT 92 W 03111 11101 000000017436

Tariffe

Ved. Tariffe metrologiche (pdf).

Ultima modifica: Martedì 29 Gennaio 2019