Concorsi a premio

Che cosa sono

Le manifestazioni a premio sono iniziative di natura commerciale od aventi fini anche in parte commerciali e si suddividono in due tipologie:

  • CONCORSI — Manifestazioni promozionali nelle quali i premi sono assegnati solo ad alcuni dei partecipanti, anche senza acquisto o vendita di prodotti o servizi, sulla base di estrazione a sorte, congegni o altri meccanismi unicamente aleatori (senza interventi esterni), capacità dei concorrenti (sottoposte a giurie/ commissioni) o di adempiere per primi a certe condizioni indicate nel regolamento;
  • OPERAZIONI — Manifestazioni pubblicitarie nelle quali i premi (o un diverso prodotto / servizio a prezzo scontato, con un certo numero di prove di acquisto e un contributo di spesa, non superiore al 75% del costo) sono assegnati a tutti coloro che acquistano o vendono una determinata quantità di beni o servizi, documentata (es. bollini, prove d'acquisto, punti - anche su carta fedeltà magnetica ecc.).

Il DPR. 26 ottobre 2001, n. 430 ("Regolamento concernente la revisione organica della disciplina dei concorsi, operazioni a premio e manifestazioni di sorte locali, ai sensi dell'art.19, c.4 l. 27-12-1997 n. 449", pubblicato in G.U. 13/12/2001 n. 289), in vigore dal 12 aprile 2002, innovando la precedente disciplina in materia, ha sancito l'abolizione del sistema autorizzatorio e la conseguente introduzione solo per i concorsi a premio dell'obbligo della comunicazione di avvio al Ministero dello sviluppo economico, cui sono attribuiti poteri di controllo e vigilanza sulle manifestazioni a premio.

Ha inoltre individuato un soggetto garante della regolarità della procedura dell'assegnazione dei premi nella persona di un notaio o del funzionario camerale responsabile ai sensi del D.lgs. n.112/1998 della tutela del consumatore e della fede pubblica. Nei concorsi infatti, ogni fase di assegnazione dei premi è effettuata, (con relativo onere a carico dei soggetti promotori), alla presenza di un notaio o del funzionario camerale responsabile competente per territorio o di un suo delegato, individuato presso ogni Camera di commercio.

Avvio dei concorsi a premio

Il decreto interdirigenziale n. 2010/19313/giochi/ltt del 5 luglio 2010 ha modificato le modalità di comunicazione di avvio dei concorsi a premio al Ministero dello sviluppo economico. In particolare ha previsto l'obbligo di trasmissione delle comunicazioni dei concorsi a premio e delle modifiche sostanziali al Ministero dello sviluppo economico - Divisione XIX - Manifestazioni a premio, quindici giorni prima della data di inizio della manifestazione a premio, nonché l'obbligo dal 25 gennaio 2011, di invio telematico delle suddette comunicazioni. Pertanto dalla suddetta data il servizio Prema on-line con firma digitale tramite il portale delle imprese, diventa l'unico mezzo di comunicazione.

A chi interessa

Alle imprese che intendono promuovere concorsi a premio.

Che cosa fare

Il promotore di un concorso a premi per richiedere la presenza del funzionario camerale dovrà inviare una domanda utilizzando il modulo:

indirizzata alla Camera di commercio - Servizio regolazione mercato - per posta ordinaria o per Pec, con le modalità previste dal Regolamento per la disciplina dei concorsi a premio (pdf), approvato dalla Giunta il 7 luglio 2011.

Coloro che intendono organizzare una manifestazione a premio troveranno nel sito del Ministero della sviluppo economico (voce "Concorsi e operazioni a premio"), un supporto virtuale per orientarsi nelle procedure e tutte le informazioni sulle modalità di svolgimento.

Tariffe

Gli interventi sia esterni che presso la sede camerale vengono effettuati solo in giornate lavorative in base al nuovo regolamento (art.11 deliberazione di Giunta il 7/7/2011 che definisce anche i limiti orari).

L'intervento del funzionario camerale è previsto nei seguenti orari: dal lunedì al giovedì dalle 8.30 alle 17.00 (ora di conclusione) il venerdì dalle 8.30 alle 14.00 (ora di conclusione).

Per effetto del regolamento e per ognuno dei suddetti interventi, la tariffa è la seguente:

  • Interventi fuori sede: 360,00 euro + Iva.
  • Interventi presso la sede camerale: 180,00 euro + Iva.

Il corrispettivo è riferito ad ogni singolo accesso, anche se riferito al medesimo concorso e per ciascuna operazione richiesta.

Il pagamento potrà essere effettuato con le seguenti modalità:

  • presso l'ufficio Provveditorato in contanti o con assegno circolare intestato a "Camera di commercio di Bergamo";
  • a favore della Camera di commercio di Bergamo, specificando la causale del pagamento, tramite bonifico bancario sul c/c n. 17436, banca d'appoggio:
    UBI Banca spa
    Sede Bergamo
    ABI 03111 CAB 11101
    IBAN IT 92 W 03111 11101 000000017436

Normativa

Art. 19 legge 27 dicembre 1997, n. 449

Art. 39 comma 13-quater legge 24 novembre 2003, n. 326

DPR 26 ottobre 2001, n. 430

Decreto interdirigenziale n. 2010/19313/giochi/ltt del 5 luglio 2010

Contatti

Concorsi a premio

Unità organizzativa
Concorsi a premio
Responsabile
Aldo Salvatore Medina
Indirizzo
largo Belotti, 16 - Bergamo (secondo piano)
CAP
24121
Telefono
0354225308
Email
regolazione.mercato@bg.camcom.it
Orari

Durante l'emergenza Covid-19 l'ufficio non riceve il pubblico ma è attivo in modalità di lavoro agile.

VERIFICA SEMPRE POSSIBILI VARIAZIONI DI ORARIO O CHIUSURE STRAORDINARIE DELL'ENTE.

Note

Attività: garantisce la regolarità delle procedure di assegnazione dei premi in concorsi pubblici.

Attività sul sito: Concorsi a premio

Ultima modifica: Lunedì 11 Maggio 2020