Vidimazione libri e registri

Nuovo servizio Vi.Vi.FIR, Vidimazione Virtuale dei Formulari Rifiuti

A partire da lunedì 8 marzo 2021 è disponibile Vi.Vi.FIR, il nuovo servizio di vidimazione digitale dei formulari rifiuti.

Guarda il webinar di presentazione del servizio (richiede la registrazione)

Che cosa è

L'obbligo della bollatura riguarda i libri sociali previsti dal codice civile agli artt. 2421 e 2478 e ogni altro libro o registro per il quale la legge speciale che lo istituisce ne preveda la bollatura obbligatoria (es. registri di carico e scarico e formulari per l’identificazione dei rifiuti).

Consulta la guida prima di accedere al servizio!

La Guida alla bollatura di registri e libri sociali tratta in dettaglio quali libri vidima e quali libri non vidima la Camera di commercio, quale è la Camera di commercio competente per territorio e con quali formalità vanno predisposti i libri.

Che cosa fare

I libri vanno consegnati accompagnati dal modulo Richiesta vidimazione libri, registri, formulari e schede sottoprodotti (pdf) per il quale verrà rilasciata ricevuta di protocollo. Questa ricevuta dovrà essere esibita al momento del ritiro. La Camera di commercio non potrà restituire i libri o i registri vidimati se non viene presentata la ricevuta di protocollo.

È possibile depositare presso gli Sportelli polifunzionali un massimo di 10 libri, registri, formulari con un massimo di 500 pagine cadauno, oppure di 10 scatole con fogli singoli prenumerati o a modulo continuo.

Le vidimazioni non sono effettuate in giornata. Di norma i libri e i formulari vidimati vengono restituiti entro cinque giorni lavorativi dalla presentazione. Per quantitativi ingenti la riconsegna sarà stabilita di volta in volta.

Per le schede tecniche dei sottoprodotti vedere la pagina Informazioni sulle schede tecniche dei sottoprodotti.

Vidimazione digitale dei formulari per l'identificazione dei rifiuti

A partire da lunedì 8 marzo 2021 è disponibile Vi.Vi.FIR, servizio di vidimazione digitale dei formulari rifiuti. Il servizio è gratuito, non necessita di software dedicato e consente di vidimare e stampare autonomamente i formulari in qualsiasi momento presso il proprio ufficio, senza limitazione di pagine ed utilizzando una qualsiasi stampante.

È un servizio pensato per rendere autonome ed indipendenti sia le imprese che utilizzano i formulari di identificazione dei rifiuti in modo occasionale, che quelle che ne fanno un uso massiccio: è infatti possibile collegare i software utilizzati in azienda per la gestione dei rifiuti a Vi.Vi.FIR. Le imprese potranno anche delegare ai propri consulenti di fiducia l’accesso a Vi.Vi.FIR.

I formulari per l’identificazione dei rifiuti possono essere vidimati anche dall’Ufficio ambiente della Provincia Bergamo.

Quanto costa

La vidimazione comporta di norma il pagamento dell'imposta di bollo, dei diritti di segreteria e della tassa di concessione governativa.

Imposta di bollo

L’imposta di bollo è dovuta nella misura ordinaria pari a 16 euro per ogni 100 pagine o frazione (verificare i casi di esenzione e i casi particolari a fine pagina).

Diritti di segreteria

Per la vidimazione del registro tenuto dal commissario liquidatore delle società cooperative, enti o consorzi cooperativi è previsto il diritto di segreteria pari a 10 euro per ciascun libro. Per tutti gli altri libri, registri e schede tecniche i diritti di segreteria sono pari a 25 euro per ciascun libro, registro o scheda tecnica.

I formulari sono esenti dal pagamento dei diritti di segreteria.

I diritti devono essere versati con un versamento cumulativo tramite la piattaforma PagoPA.

Tassa di concessione governativa

La tassa di concessione governativa viene corrisposta in modo ordinario o in modo forfetario.

Modo ordinario
Soggetti obbligati
  • imprenditori individuali
  • le società di persone
  • le società cooperative e le mutue assicuratrici
  • i consorzi i G.E.I.E.
  • le associazioni e le fondazioni
  • gli enti, inclusi gli enti morali.
Importo della tassa

67 euro per ciascun libro e registro presentato per la bollatura.

Modo forfetario
Soggetti obbligati
  • le società per azioni le società in accomandita per azioni
  • le società a responsabilità limitata
  • le società consortili a responsabilità limitata o per azioni
  • le sedi secondarie di società estere
  • i consorzi di enti locali e le aziende di enti locali gli enti pubblici.

In caso di trasformazione di società di persone in società di capitali nel corso dell’anno deve essere versata la tassa forfetaria, mentre nel caso di trasformazione da società di capitali in società di persone si considera valido il versamento effettuato per l’anno in corso.

Importo della tassa
  • 309,87 euro se il capitale sociale è inferiore o uguale a 516.456,90 euro
  • 516,46 euro per capitale sociale superiore a 516.456,90 euro.

Poiché l’importo della tassa dipende dal capitale sociale al 1° gennaio, eventuali aumenti o riduzioni deliberati successivamente a tale data non incidono sull’importo della tassa per l’anno in corso.

Esenzioni

Sono esenti dal pagamento dell’imposta di bollo e della tassa di concessione governativa i seguenti soggetti:

  • Onlus
  • cooperative sociali e loro consorzi
  • gli organismi di volontariato.

Le associazioni sportive dilettantistiche sono esenti dalla tassa di concessione governativa (ma scontano l’imposta di bollo) se dimostrano l’affiliazione ad associazioni sportive nazionali.

Le cooperative edilizie sono esenti dal pagamento dell’imposta di bollo ma versano la tassa di concessione governativa nella misura ridotta di ¼, cioè 16,75 euro.

La qualifica di Onlus e di cooperativa sociale deve risultare dall’iscrizione al Registro imprese, diversamente il legale rappresentante dovrà produrre certificazione sostitutiva dell’atto di notorietà con la quale la attesta.

La bollatura del formulario di accompagnamento dei rifiuti è esente dal pagamento dell’imposta di bollo, della tassa di concessione governativa e dal diritto di segreteria.

La bollatura del registro di carico e scarico rifiuti è esente dal pagamento dell’imposta di bollo e della tassa di concessione governativa ed è soggetto al solo pagamento del diritto di segreteria.

Per quanto riguarda i libri e registri previsti da leggi speciali è necessario verificare di volta in volta la previsione normativa in merito.

Normativa

Codice civile artt. 2214, 2215, 2215bis, 2218, 2421, 2478

DPR 7/12/1995, n. 581

Art. 8 Legge 18/10/2001, n. 383

Circolare Agenzia delle Entrate 22/10/2001, n. 92/E

Circolare Agenzia delle Entrate 30/1/2002, n. 9/E

Risoluzione Agenzia delle Entrate 12/3/2002, n. 85

Circolare Agenzia delle Entrate 1/08/2002, n. 64

Circolare Ministero ambiente 4/8/1998, n. GAB/DEC/812/98

Contatti

Sportelli polifunzionali

Unità organizzativa
Sportelli polifunzionali
Responsabile
Raimondo De Vivo
Indirizzo
largo Belotti, 16 - Bergamo (piano terra)
CAP
24121
Email
acri@bg.camcom.it
Orari

L'ufficio riceve solo su appuntamento da prenotare attraverso i Servizi Online.

Per i certificati del Registro imprese, la consegna dei libri da vidimare (libri sociali, registri, formulari rifiuti, schede tecniche), il ritiro dei libri vidimati e il ritiro della documentazione per l'estero presso la sede di Bergamo, fissare l'appuntamento sempre su Servizi Online.

UTENZA PROFESSIONALE — Studi di disbrigo pratiche e professionisti devono accedere all’ufficio esclusivamente su appuntamento da fissare attraverso i Servizi Online. Per il ritiro dei certificati per l'estero è sufficiente che l'incaricato presenti la distinta pratica o la comunicazione di chiusura ricevuta per posta elettronica.

EMERGENZA COVID-19: verifica sempre possibili VARIAZIONI DI ACCESSO AL SERVIZIO, ORARIO O CHIUSURE STRAORDINARIE dell'Ente.

Note

Attività: rilascia certificati e visure, copie di atti ed elenchi merceologici. Vidima i libri sociali e mantiene i contatti con l’archivio di Brembate di Sopra (Bg).

Attività sul sito: Copie di atti e bilanci | Deposito dei libri sociali | Documenti per controversie di lavoro | Elenchi di imprese | Vidimazione libri e registri | Visure e certificati | Visure per la PA

Per verifiche P.A. telefonare al numero 0664892900.

Ultima modifica: Giovedì 1 Aprile 2021