Certificati online

Per ottenere un certificato camerale online è necessario:

  • essere un utente registrato al servizio Telemaco con il profilo "Consultazione + Invio Pratiche + Richiesta Certificati";
  • aver acquistato la carta filigranata su cui stamparlo e le contromarche olografiche da apporre sul documento.

Carta filigranata e contromarche danno validità ai certificati rilasciati online, garantendone la non riproducibilità. Sono acquistabili presso la Camera di commercio e disponibili in tre modalità in base al tipo di certificato:

  • ORO, per certificato di iscrizione.
  • ARGENTO, per certificato storico.
  • RAME, per certificato artigiano (nota: non è possibile richiederlo per le imprese iscritte al RI della Lombardia a seguito di soppressione dell’Albo imprese artigiane).

Per l’acquisto rivolgersi all’ufficio Provveditorato (email provveditorato@bg.camcom.it).

Il certificato potrà essere richiesto con tutte le note di chiusura comprese le menzioni relative alle procedure concorsuali (c.d. certificato di vigenza: utilizzare codici F-G) e per tutte le tipologie (ordinario, storico, abbreviato ecc.).

Sul certificato prodotto dalla procedura è inoltre indicato numero e valore delle marche da bollo che dovranno essere applicate a cura del richiedente salvo i casi di esenzione previsti tassativamente dalla legge. Il costo del certificato sarà trattenuto dal conto Telemaco.

Consulta l’assistenza per l’adesione a Telemaco e per informazioni sulle funzionalità del servizio.

DA SAPERE:

  • Il certificato online estratto da Telemaco non può essere utilizzato all’estero.
  • Sui certificati scaricati online le Prefetture (o gli altri enti preposti) non appongono la c.d. "apostille". Per avere questo tipo di visto occorre richiedere i certificati, rilasciati con la dicitura per l'estero, presso i nostri sportelli. Essi, infatti, riportano la firma autografa del funzionario camerale.
  • Per il rilascio del certificato l’impresa deve essere in regola con il pagamento del diritto annuale.
  • È possibile richiedere i certificati camerali di imprese iscritte anche presso altre Camere di commercio italiane. Per la vigenza corrente e storica valgono le medesime eccezioni previste per il rilascio agli sportelli.
Ultima modifica: Mercoledì 3 Giugno 2020