Numero meccanografico

Che cosa è

È un codice alfanumerico composto da 6 cifre preceduto dalla sigla della provincia e attribuito alle imprese che svolgono abitualmente operazioni con l'estero. Il numero meccanografico ha funzioni di rilevazione statistica ed è richiesto alle imprese dagli istituti di credito in caso di transazioni monetarie internazionali, indipendentemente dalla natura mercantile o finanziaria dell'operazione.

Il numero dev’essere convalidato entro il 31 dicembre di ogni anno, confermando annualmente la propria posizione di operatore con l’estero e aggiornando i dati dichiarati.

L'impresa assegnataria del numero meccanografico che acconsente al trattamento dei dati viene inserita in Italiancom, l’archivio elettronico delle ditte operanti con l'estero. Il numero meccanografico convalidato è rilevabile nella visura (“impresa operante con l’estero n. …”).

 

Che cosa serve

Per richiedere il rilascio o la convalida del codice meccanografico, l’impresa deve:

 

Che cosa fare

Assegnazione

Dal 2018 l’assegnazione del numero meccanografico può avvenire esclusivamente tramite l’invio di una pratica telematica firmata digitalmente dalla piattaforma piattaforma Telemaco (Servizi e-gov > Operatori con l’estero, è disponibile anche un corso di teleapprendimento sull’invio). Per l’accesso è possibile utilizzare il conto Telemaco già in uso, eventualmente integrandolo con la funzione per l’invio di pratiche.

Qualora l’impresa non possedesse un conto, può seguire la procedura di registrazione guidata e al massimo entro 48 ore dalla richiesta riceverà le credenziali Telemaco.

Per maggiori informazioni sulla pratica telematica, rivolgersi al servizio assistenza Telemaco. La pratica telematica dev’essere firmata digitalmente ed è necessario allegare la documentazione che comprovi la qualifica di operatore abituale con l’estero (si veda file in calce).

Non è necessario allegare alcuna copia di documenti di identità, perchè la pratica è firmata digitalmente, a meno che si operi tramite intermediario. La richiesta di assegnazione può essere trasmessa digitalmente anche da un intermediario in possesso di una delega, che va allegata alla pratica telematica. Le richieste di rilascio cartacee si considereranno come non pervenute.

Convalida annuale o cancellazione

Entro il 31 dicembre di ogni anno l’impresa deve accedere a Telemaco e aggiornare la propria posizione. Chi non operasse più con l’estero in modo abituale è invitato a chiedere telematicamente la cancellazione del proprio numero meccanografico. La richiesta di convalida può essere trasmessa digitalmente anche da un intermediario in possesso di una delega, che va allegata alla pratica telematica. Le richieste di convalida cartacee si considereranno come non pervenute.

 

Diritti di segreteria

Il costo dell’assegnazione e della convalida è di € 3,00 che vengono scalati dal proprio borsellino telematico.

 

Normativa

  • Circolare Ministero commercio estero 20 luglio 1957, n. I/704695/A-188
  • Decreto Ministero tesoro 4 maggio 1990
  • Circolare Ministero industria 20 settembre 1991, n. 3255/C
  • Circolare Ministero industria 14 novembre 1991, n. 3260/C
  • Circolare Ministero industria 19 novembre 1998, n. 3456
  • Circolare Ministero attività produttive 6 maggio 2004 n. 3576/C
Contatti

Certificazione estera

Unità organizzativa
Certificazione estera
Responsabile
Silvia Ceraolo
Indirizzo
largo Belotti, 16 - Bergamo (piano terra)
CAP
24121
Fax
035226079
Email
commercio.estero@bg.camcom.it
Orari

Lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9.00 alle 12.40. Martedì e giovedì dalle 9.00 alle 15.30.

Modalità e orari per il ritiro di documenti richiesti con Telemaco: Sportello Polifunzionale

ATTENZIONE: consulta gli orari di apertura al pubblico nei mesi di luglio e agosto 2019.

Note

Attività: rilasciamo certificazioni e documenti a valere all'estero e davanti ad autorità estere (certificati di origine, carnet ATA, carnet TIR, ecc.).

Attività sul sito: Carnet ATA | Carnet TIR | Certificato di origine | Numero meccanografico | Attestati di libera vendita

Ultima modifica: Giovedì 3 Gennaio 2019