Certificato di origine

Che cosa è

Il certificato di origine è il documento che attesta l'origine delle merci destinate all'esportazione in via definitiva. Viene richiesto per esigenze commerciali (etichettatura di origine, lettere di credito, ecc.) e doganali (imposizione daziaria, eventuali misure restrittive all'importazione, ecc.) ed è destinato esclusivamente a provare l’origine non preferenziale delle merci, ossia il Paese in cui i beni sono stati prodotti o hanno subito l’ultima trasformazione sostanziale (made In).

Il certificato non è pertanto un documento accompagnatorio della merce, non attesta la spedizione, non certifica l’esportazione, né è rappresentativo dei beni o delle loro caratteristiche. In nessun caso può essere addebitata alla Camera di commercio la responsabilità per eventuali discrepanze tra certificato d’origine regolarmente emesso e le condizioni fissate dai crediti documentari.

Ogni certificato è provvisto di un numero di serie univocamente assegnato all'impresa ed è composto da:

  • una richiesta di rilascio;
  • un originale;
  • tre copie.

È possibile richiedere un solo originale per spedizione.

Che cosa fare

Il certificato di origine è un documento cartaceo che attualmente non può essere dematerializzato, a causa della regolamentazione in vigore e delle problematiche connesse al raccordo in ambito internazionale tra le diverse autorità. Le norme nazionali, tuttavia, stabiliscono che lo scambio di informazioni e documenti tra le imprese e le Pubbliche Amministrazioni avvenga attraverso l'utilizzo di procedure informatiche.

Per l'invio da parte delle imprese delle richieste di certificato il sistema mette gratuitamente a disposizione delle imprese il software Cert'O di InfoCamere, che consente di trasmettere on line direttamente dalla propria scrivania la richiesta di certificati o di visti per l’estero e di eseguirne il pagamento elettronico. L’impresa deve quindi utilizzare Cert’O o un software tecnicamente compatibile con Cert'O.

La modalità telematica consente all'impresa di:

  • evitare di doversi dotare preventivamente di modelli cartacei;
  • presentare richieste di certificati anche al di fuori dell'orario di apertura degli sportelli e senza incorrere in errori o dimenticanze, grazie al sistema di compilazione guidato che riproduce esattamente la grafica del modello ministeriale del certificato d'origine comunitario;
  • firmare i documenti elettronicamente, permettendo così al legale rappresentante di sottoscriverli anche se fisicamente non presente in azienda;
  • ricevere un controllo preventivo della correttezza e completezza della documentazione, evitando così il rischio di presentarsi allo sportello e di non ottenere il certificato;
  • eliminare i tempi di attesa allo sportello per l'istruttoria delle domande e il rilascio dei documenti;
  • monitorare le proprie richieste dei certificati di origine e disporre di un archivio delle proprie richieste.

Per maggiori dettagli consultare le istruzioni per la richiesta del certificato con Cert’O. Per il dettaglio della compilazione, fare riferimento alle Disposizioni per il rilascio dei certificati di origine e dei visti per l'estero (pdf) emanate dal Ministero dello sviluppo economico e da Unioncamere e allegate alla nota n. 62321 del 18/3/2019.

Il certificato di origine è rilasciato sulla base delle dichiarazioni e della documentazione probatoria presentata dall'impresa.

Le dichiarazioni rese nella richiesta di rilascio del certificato di origine hanno valore di dichiarazione resa di fronte a pubblico ufficiale, ai sensi dell’art. 47 del DPR n. 445/2000. In caso di falsità di atti e dichiarazioni, si applicano pertanto le sanzioni penali di cui all’art. 76 dello stesso decreto e la decadenza dai benefici eventualmente conseguiti.

I certificati di origine possono essere ritirati sia alla sede di Bergamo che a quella di Treviglio.

Validità

Il certificato di origine ha una validità illimitata, a condizione che i dati certificati rimangano gli stessi e che non vi sia alcuna modifica delle condizioni originali e/o dell'imballaggio delle merci.

Diritti di segreteria

  • Rilascio dell'originale del certificato d'origine: 5,00 euro.
  • Rilascio copie del certificato d'origine: 5,00 euro.
Contatti

Certificazione estera

Unità organizzativa
Certificazione estera
Responsabile
Silvia Ceraolo
Indirizzo
largo Belotti, 16 - Bergamo (piano terra)
CAP
24121
Fax
035226079
Email
commercio.estero@bg.camcom.it
Orari

L'ufficio riceve solo su appuntamento, da richiedere specificando la propria esigenza a commercio.estero@bg.camcom.it.

Per conoscere modalità e orari di ritiro di documenti richiesti con Telemaco consultare la pagina Sportello Polifunzionale.

VERIFICA SEMPRE POSSIBILI VARIAZIONI DI ORARIO O CHIUSURE STRAORDINARIE DELL'ENTE.

Note

Attività: rilasciamo certificazioni e documenti a valere all'estero e davanti ad autorità estere (certificati di origine, carnet ATA, carnet TIR, ecc.).

Attività sul sito: Attestato di libera vendita | Attestato di sussistenza di cause di forza maggiore per emergenza COVID-19 | Carnet ATA | Carnet CPD | Carnet TIR | Certificato di origine | Codice Lei | Numero meccanografico | Visti e autentiche

Ultima modifica: Venerdì 19 Giugno 2020