Carnet ATA

Che cosa è

Il carnet ATA (acronimo di Admission Temporarie/Temporary Admission) è un documento doganale internazionale che consente l’esportazione e l'importazione temporanea di beni nei Paesi non comunitari aderenti alla Convenzione ATA e di farli transitare negli stessi in esenzione da dazi, diritti o cauzioni doganali.

Tale documento dal costo predeterminato, inoltre, semplifica l’attraversamento delle frontiere, perché contiene in forma unificata e semplificata tutte le dichiarazioni da presentare alla frontiera, riducendo così i tempi di sdoganamento.

Il sistema della Convenzione ATA è assicurato dagli enti garanti dei vari Paesi aderenti; per l’Italia è l'Unione Italiana delle Camere di Commercio, che opera attraverso le camere di commercio.

In via generale, Il carnet ATA è utilizzabile – nei limiti stabiliti da ciascun Paese in fase di recepimento della Convenzione – unicamente per le seguenti categorie di beni:

  • attrezzatura professionale per l’esecuzione di lavori all’estero;
  • merci da esporre presso fiere e manifestazioni commerciali;
  • beni da utilizzare in eventi sportivi, culturali, scientifici, ecc.;
  • campioni commerciali (secondo la Convenzione di Istanbul, il termine campione indica “gli articoli rappresentativi di una determinata categoria di merci già prodotte o che sono modelli di merci di cui si prevede la fabbricazione, ad esclusione di articoli identici introdotti dalla stessa persona o spediti allo stesso destinatario in quantitativi tali che, considerati nel loro insieme, essi non possano più essere definiti come campioni secondo i normali usi di commercio.”).

Ciascun carnet ATA, contrassegnato da un codice alfanumerico che viene assegnato univocamente al richiedente, è composto dalla sovra copertina rigida (riportante sul retro le principali informazioni per il suo utilizzo), dalla copertina verde (che indica i dati dell’assegnatario e dell’utilizzatore e la lista con l’esatta descrizione e identificazione delle merci per le quali il carnet è rilasciato) e da svariati fogli di diverso colore (souche e volet), sui quali dovranno essere riportati i diversi passaggi doganali in uscita e in entrata.

Il carnet ha una validità di 12 mesi dall’emissione, termine entro cui la merce deve obbligatoriamente essere ri-esportata dal Paese estero per essere re-importata in UE.

Sono disponibili due tipologie di carnet ATA:

  • CARNET ATA BASE — Ha la dotazione di fogli necessari ad effettuare per 2 volte l’ esportazione della merce dall’UE e la sua successiva reimportazione. Tale carnet non consente in alcun caso l’integrazione di fogli aggiuntivi, quindi non può essere utilizzato per più di 2 viaggi, anche in corso di validità;
  • CARNET ATA STANDARD — Ha la dotazione di fogli necessari ad effettuare per 4 volte l’esportazione della merce dall’UE e la successiva reimportazione, con possibilità di acquistare fogli aggiuntivi. Entro il periodo di validità, quindi, consente di effettuare tutti i viaggi di cui si necessita.

Per maggiori informazioni sulla tipologia di carnet più adatto alle proprie esigenze, su i casi particolari e sulla compilazione della lista merci, consultare la brochure in calce “Quale carnet”.

A chi interessa

Il carnet ATA è di norma rilasciato a imprese, altre persone giuridiche e a persone fisiche che abbiano la propria residenza o sede operativa nella provincia di Bergamo.

In via generale, il carnet ATA è utilizzabile – nei limiti stabiliti da ciascun Paese in fase di recepimento della Convenzione – unicamente per le seguenti categorie di beni:

  • attrezzatura professionale per l’esecuzione di lavori all’estero;
  • merci da esporre presso fiere e manifestazioni commerciali;
  • beni da utilizzare in eventi sportivi, culturali, scientifici, ecc.;
  • campioni commerciali (secondo la Convenzione di Istanbul, il termine campione indica “gli articoli rappresentativi di una determinata categoria di merci già prodotte o che sono modelli di merci di cui si prevede la fabbricazione, ad esclusione di articoli identici introdotti dalla stessa persona o spediti allo stesso destinatario in quantitativi tali che, considerati nel loro insieme, essi non possano più essere definiti come campioni secondo i normali usi di commercio.”).

In fase di recepimento della Convenzione ATA, ciascun Paese ha comunque stabilito per quali categorie di beni consentire l’uso del carnet; detti limiti sono consultabili nella scheda dei Paesi aderenti.

Non possono in ogni caso essere rilasciati carnet ATA per:

  • prodotti deperibili o consumabili;
  • merci destinate a essere oggetto di operazioni di trasformazione o di riparazione;
  • veicoli targati destinati alla circolazione, per i quali è necessario richiedere il “Carnet de Passages en Douane” all'Automobile Club.

Per maggiori dettagli sull’uso del carnet ATA, consultare la brochure a fondo pagina “Ata, passaporto delle merci”.

Il carnet può essere utilizzato solo dal titolare del documento o da un suo rappresentante, il cui nominativo dovrà risultare nell'apposito spazio della copertina. Gli spedizionieri e le altre persone abilitate in base alle leggi doganali dei diversi paesi possono effettuare le operazioni senza dover figurare nel carnet.

Come ottenere il carnet ATA

L’utente che necessita di carnet ATA deve richiedere un appuntamento alla sede camerale di Bergamo (la sede staccata di Treviglio non è abilitata al rilascio di carnet) per la consegna della relativa domanda inviando a commercio.estero@bg.camcom.it una mail che specifichi la tipologia di merce, il Paese di destinazione e la ragione dell’esportazione temporanea.

In considerazione dello stato di guerra tra la Federazione Russa e l’Ucraina e dell’evoluzione delle sanzioni adottate dall'Unione Europea, il rilascio dei carnet ATA per merci destinate verso tali Paesi è sospeso in via preventiva sino a nuova comunicazione.

L’utente compila la domanda di carnet utilizzando il modulo “Domanda di carnet” (si veda sezione "Allegati" in calce) adatto al proprio caso. La domanda dev’essere compilata a video inserendo tutti i dati richiesti, indicando, se possibile, anche i Paesi che si prevede di visitare e, in caso di richiesta di carnet standard che si prevede di utilizzare per più di 4 viaggi (si veda sopra), il numero degli eventuali fogli aggiuntivi.

IMPORTANTE

La lista merci inclusa nella domanda dev’essere redatta in duplice lingua seguendo rigorosamente le indicazioni riportate nel file “Guida alla compilazione della lista merci” qui disponibile nella sezione Allegati.

In caso in cui la lista merci sia molto lunga, nell’apposito spazio può essere riportata una descrizione generica riassuntiva; in tal caso alla domanda dovrà essere allegata anche la lista merci (si veda il file Excel nella sezione Allegati in calce).

La domanda compilata dev’essere integralmente stampata e firmata dal legale rappresentante dell’impresa, ma può essere presentata allo sportello senza necessità di delega da chiunque possa effettuare il contestuale pagamento del carnet secondo le modalità qui riportate nel paragrafo “Costi”.

Nel giorno e ora concordati con l’Ufficio, l’incaricato deve presentare:

  1. la domanda in triplice copia firmata in originale dal legale rappresentante (2 firme per esteso per ciascun foglio), eventualmente accompagnata dall’ulteriore lista merci separata;
  2. la fotocopia di un documento di identità del firmatario.

Il richiedente deve obbligatoriamente sottoscrivere una garanzia assicurativa con Generali Italia SpA a garanzia del versamento dei diritti doganali richiesti dalle autorità estere in caso di utilizzo irregolare del carnet.

A tal fine è richiesta una polizza assicurativa quando:

  • il valore complessivo delle merci in temporanea esportazione è superiore a € 150.000 per singolo carnet o per cumulo dei carnet rilasciati al medesimo richiedente nell’anno solare in corso;
  • il richiedente è una azienda localizzata in diverse province;
  • il richiedente non è soggetto ad iscrizione alla C.C.I.A.A. (associazione, persona fisica, ecc);
  • la merce è costituita da prodotti orafi;
  • l’impresa è soggetta ad amministrazione controllata, amministrazione straordinaria o altri provvedimenti similari.

In tutti gli altri casi è sufficiente un versamento alla cassa di Generali Italia SpA dell’importo del cauzionamento, commisurato al valore della merce.

L’importo del versamento da effettuare oppure i dati per la stipula della polizza sono comunicati al richiedente quando questi presenta allo sportello la domanda di carnet.

Contestualmente si concorda l’appuntamento per il ritiro del carnet ATA, che è rilasciato in 5 giorni lavorativi dalla consegna della domandaallo sportello, dietro presentazione della ricevuta di pagamento della garanzia assicurativa o della polizza stipulata.

Come utilizzare il carnet ATA

Le regole per l’utilizzo del carnet sono dettagliatamente illustrate sul retro della sovra copertina rigida del carnet stesso e nel file “Informazioni integrative per l’uso del carnet” disponibile qui in calce.

Perché il carnet sia valido dev’essere aperto in Dogana antecedentemente al suo primo utilizzo e chiuso dalla stessa dopo l’ultima re-importazione della merce.

Il carnet chiuso dalla Dogana dev’essere riconsegnato alla Camera inviandolo tramite posta oppure consegnandolo alla portineria della sede della Camera di Commercio (orari aggiornati su Orari degli sportelli) in busta chiusa indirizzata all'Ufficio promozione e certificazione estera, inserendo all'interno della stessa un’accompagnatoria con i riferimenti di contatto.

Dopo i controlli del caso, l’Ufficio invia via e-mail indicata la ricevuta di riconsegna del carnet.

Il carnet ATA va in ogni caso chiuso e riconsegnato entro 8 giorni dalla data di scadenza di validità.

Costi

  • Carnet ATA base: 70,00 € + IVA
  • Carnet ATA standard: 100,00 € + IVA
  • Carnet CPD: China/Taiwan: 70,00 € + IVA
  • Copertina carnet ATA sostitutivo: 1,00 € + IVA
  • Fogli aggiuntivi carnet ATA e CPD China/Taiwan: 1,00 € + IVA

Tale corrispettivo può essere pagato esclusivamente con carta di credito, carta di debito, Bancomat o PagoPA al momento della consegna allo sportello della domanda di carnet.

Il costo della copertura assicurativa ammonta allo 0,5625% del valore totale della merce, con un premio minimo di 56 euro per merci di valore fino a 10.000 euro.

Per i carnet relativi a prodotti orafi, il costo è pari allo 0,2812% calcolato sul 50% del valore della merce, con un premio minimo di 56 euro.

L’esatto importo del versamento a Generali Italia o i dati per la stipula della polizza sono comunicati al richiedente al momento della consegna della domanda di carnet.

Contatti

Certificazione estera

Unità organizzativa
Certificazione estera
Responsabile
Silvia Ceraolo
Indirizzo
largo Belotti, 16 - Bergamo (piano terra)
CAP
24121
Email
commercio.estero@bg.camcom.it
Orari

L'ufficio riceve solo su appuntamento, da richiedere specificando la propria esigenza a commercio.estero@bg.camcom.it. Per conoscere modalità e orari di ritiro di documenti richiesti con Telemaco consultare la pagina Ritiro dei documenti per l'estero.

Verifica le chiusure straordinarie e le variazioni di orario dell'Ente.

Ultima modifica: Lunedì 29 Agosto 2022