La fotografia del territorio

La fotografia del territorio

La Camera di commercio è un osservatorio dell’economia provinciale.

Supponiamo che, per fini di studio o per prendere una decisione aziendale, ci interessi sapere qual è la popolazione residente in provincia di Bergamo divisa per classe di età. O quante sono le unità locali d’impresa suddivise per attività economica. O come va la congiuntura economica, come si muove l’andamento del commercio con l’estero…

Per prendere decisioni corrette servono i dati che rappresentano il territorio e la sua evoluzione nel tempo. La Camera di commercio ha già scattato la foto per voi. Ecco quali sono i dati disponibili e i rapporti pubblicati periodicamente dall’ufficio studi.

LA CONGIUNTURA ECONOMICA — Un rapporto trimestrale analizza la congiuntura manifatturiera, del commercio e dei servizi. Lo studio congiunturale è basato su dati raccolti presso le imprese lombarde da parte di Unioncamere Lombardia. Ogni trimestre si somministra il questionario a un campione di imprese di varie dimensioni rappresentativo della struttura produttiva lombarda nelle varie province. I dati elaborati forniscono indicatori sull’andamento dell’economia provinciale con un ragionevole grado di attendibilità statistica.

Oltre all’analisi dei comparti manifatturiero e commercio e servizi, viene dedicato in ogni rapporto un numero di domande per approfondire un determinato tema, come gli investimenti, il credito, le tecnologie, ecc.

La congiuntura viene diffusa intorno alla metà dei mesi di febbraio (quarto trimestre), maggio (primo trimestre), alla fine di luglio per il secondo trimestre e alla metà di novembre per il terzo trimestre dell’anno.

Commercio con l'estero — L'economia bergamasca genera un elevato volume di esportazioni. Nel 2018 hanno superato i 16 miliardi di euro con un tasso di propensione all’esportazione (esportazioni/PIL) di circa il 40%, vicino a quello della Germania e superiore sia alla media italiana che a quella europea. Il valore di Bergamo supera quello di Milano e la media lombarda.

L'evoluzione delle esportazioni bergamasche è stata notevole negli ultimi decenni se si considera che nel 1991 raggiungevano a mala pena i 3 milioni di euro. Solo sette attività economiche rappresentano oggi tre quarti delle esportazioni bergamasche per valore. Ai primi posti si collocano macchinari e attrezzature con circa un quarto e prodotti chimici attorno a un ottavo, entrambe classificate dall'OCSE e da Eurostat come attività produttive a tecnologia medio-alta.

Le altre cinque attività, che combinano una tecnologia medio-alta-medio-bassa, rappresentano ciascuna tra il 5 e il 10% del totale: metalli di base, gomma e plastica, apparecchiature elettriche, autoveicoli e prodotti in metallo.

Data l’importanza per l’economia provinciale, l’andamento del commercio con l’estero viene analizzato a partire dai dati Istat, pubblicati trimestralmente nei mesi di marzo, giugno, settembre e dicembre.

Annuario statistico — L'annuario statistico provinciale fornisce un quadro informativo approfondito e sistematicamente aggiornato di dati per la provincia di Bergamo e per tutte le altre province lombarde. Per alcune materie l’orizzonte si estende ai dati di Istat e di Eurostat per comprendere le regioni italiane, e addirittura gli Stati e le regioni europee.

La navigazione è semplice e intuitiva: dalla pagina d’inizio si sceglie uno dei 26 argomenti trattati, che propongono confronti regionali ed europei, oltre a un dettaglio territoriale fino al livello comunale. A questo si aggiungono poi gli indicatori di sintesi e le graduatorie regionali. I dati disaggregati a livello regionale sono accompagnati da un confronto con gli anni precedenti e offrono una sintesi sullo stato attuale e sull’evoluzione della società e del territorio, come l’ambiente, gli aspetti demografici, sociali ed economici.

Osservatorio sulle imprese  — Le iscrizioni all’anagrafe camerale vengono analizzate trimestralmente, con rapporti pubblicati all’inizio di febbraio, maggio, agosto e novembre. I dati sono forniti da Unioncamere e si riferiscono alle iscrizioni presso il Registro imprese tenuto dalle Camere di commercio.

Altri rapporti — Il mercato del lavoro provinciale è oggetto di un rapporto all’anno in occasione della pubblicazione dei dati Istat a livello provinciale, analizza tra l’altro il tasso di occupazione e di disoccupazione. Tutti questi dati sono diffusi alla stampa e nella sezione Notizie tramite la lettera di informazione. Inoltre, sul Cuscotto economico riassumiamo i grafici degli ultimi dati pubblicati.Lo storico dei rapporti completi può essere consultato i nella sezione Informazione economica.