Segnalazioni agenti di affari in mediazione

Gli agenti di affari in mediazione che contravvengono alle norme che disciplinano la loro attività e/o mancano a qualcuno degli obblighi che le normative impongono sono sottoposti, in base alla gravità dell’infrazione, alle seguenti sanzioni disciplinari:

  1. sospensione dell’esercizio dell’attività per un periodo non superiore a sei mesi;
  2. sospensione dell’esercizio dell’attività fino al termine del giudizio in caso di assunzione della qualità di imputato per uno dei delitti previsti dall’art. 2, c. 3, lett. f) della legge n. 39/1989;
  3. inibizione all’esercizio dell’attività;
  4. inibizione perpetua all’esercizio dell’attività.

I provvedimenti disciplinari sono annotati e iscritti per estratto nel Repertorio Economico Amministrativo (REA).

Normativa
art. 2, c. 3, lett. f)
Ultima modifica: Giovedì 2 Luglio 2020