Regolamento del marchio «BERGAMO, Città dei Mille Sapori»

Finalità

Al fine di promuovere la qualità e valorizzare la tradizione gastronomica locale, la Camera di commercio di Bergamo concede il marchio «BERGAMO, Città dei Mille sapori» ai produttori di prodotti tradizionali bergamaschi.

Requisiti

Possono richiedere il marchio le imprese con unità produttiva in provincia di Bergamo in regola con il pagamento del diritto camerale, che producono prodotti tradizionali dei Mille sapori. I prodotti dei Mille sapori sono quelli riconosciuti dalla Camera di commercio e la cui preparazione è codificata negli appositi disciplinari di prodotto.

Modalità di richiesta

Le imprese interessate presentano alla Camera di commercio il modulo di richiesta del marchio entro il 30 settembre di ogni anno.

Verifica della conformità

I funzionari della Camera di commercio e i suoi incaricati verificano che il richiedente del marchio e la sua produzione siano conformi alle norme del presente regolamento e ai disciplinari di produzione. A tal fine i verificatori potranno compiere accessi per verificare il metodo di produzione, richiedere documentazione o disporre analisi atte a comprovare la conformità del prodotto, con costi a carico del concessionario.

Corrispettivo

Il riconoscimento del marchio è subordinato al versamento di una quota biennale di adesione, fissata in € 200,00 più Iva. Il versamento si effettua mediante bonifico bancario sul conto aperto presso la Banca Popolare di Bergamo Iban IT 42B 05428 11101 000000017436, con causale «Bergamo, Città dei Mille… sapori».

Durata della concessione

Il marchio è concesso per un periodo i 2 anni solari successivi alla verifica di conformità.

Uso del marchio

Il marchio consiste in una rappresentazione stilizzata dei monumenti di Bergamo Alta, disposta su un tagliere da polenta inclinato. Detto motivo è inquadrato dal nome del marchio «BERGAMO, Città dei Mille sapori» disposto in circolo. Il tutto è racchiuso in un rettangolo giallo riportante la dicitura "Controllato da organismo di certificazione EN45011".

Marchio di garanzia "Bergamo, Città dei Mille ...sapori"È ammesso l'utilizzo di indicazioni che facciano riferimento a marchi privati, purché questi non abbiano significato laudativo o siano tali da trarre in inganno il consumatore, nonché di altri riferimenti veritieri e documentabili che siano consentiti dalla normativa e non siano in contrasto con le finalità e i contenuti dei disciplinari.

Il marchio non può essere ceduto a terzi. Il concessionario è tenuto a usare il marchio per i prodotti oggetto della concessione e non può utilizzarlo per prodotti diversi. Il concessionario si impegna a utilizzare il marchio solo per i prodotti che rispettino i requisiti di qualità stabiliti dal regolamento e dai singoli disciplinari.

La partecipazione all'iniziativa comporta l'impegno a utilizzare il marchio, solo se in corso di validità. I concessionari riproducono a proprie spese, fedelmente e senza alterazioni, il marchio che si potrà adattare proporzionalmente alle varie declinazioni di utilizzo.

Sospensione, revoca e recesso

Qualora il produttore ritenga di non poter più osservare le condizioni del presente regolamento, ne dà informazione alla Camera di commercio e si astiene dall'uso del marchio finché il rispetto non sia ripristinato. Qualora la Camera di commercio constati che il produttore abbia contravvenuto a una norma del presente regolamento, può sospendere o revocare l'autorizzazione all'uso del marchio e adottare i provvedimenti necessari per evitare che il concessionario possa continuare a farne uso. Il recesso da parte del concessionario, la sospensione e la revoca prima della scadenza del periodo di concessione non danno diritto al rimborso, nemmeno parziale, della quota versata.

Promozione

La Camera di commercio svilupperà un articolato piano di promozione e di valorizzazione mediante la pub-blicizzazione attraverso vari canali di comunicazione.

Ultima modifica: Venerdì 20 Settembre 2019