Alternanza scuola lavoro

Alternanza scuola lavoro

La Camera di commercio realizza un collegamento tra il mondo della scuola e quello dell'impresa.

L’alternanza scuola lavoro è la possibilità per gli studenti che frequentano l’ultimo triennio delle scuole secondarie di secondo grado di svolgere una parte del proprio percorso formativo presso un’impresa, un professionista o un ente. L’alternanza è stata riconosciuta e disciplinata dalla legge “La Buona Scuola” (L. 107/2015).

Questa metodologia didattica risponde alla necessità di favorire e valorizzare un più stretto collegamento tra scuola e mondo del lavoro, avvicinando la formazione scolastica alle competenze richieste dall’impresa e sperimentando processi di apprendimento attivi basati sul “sapere”, più specificatamente caratteristico dei percorsi scolastici, ma anche e soprattutto sul “saper fare” e sul “saper essere”, su cui si incentrano le richieste aziendali.

I percorsi in alternanza sono progettati, attuati, verificati e valutati sotto la responsabilità dell’istituzione scolastica o formativa, sulla base di convenzioni con imprese, associazioni di categoria, professionisiti, Camere di commercio o enti pubblici e privati, disponibili ad accogliere gli studenti per periodi di apprendimento in situazione lavorativa, periodi che non costituiscono rapporto individuale di lavoro.

Il Registro nazionale per l’alternanza scuola-lavoro

Per facilitare l’individuazione dei partner per la realizzazione di percorsi di alternanza scuola lavoro è costituito, presso le Camere di commercio il Registro nazionale per l’alternanza, articolato in due sezioni:

  • un'area aperta e consultabile gratuitamente in cui sono visibili le imprese e gli enti pubblici e privati disponibili a svolgere i percorsi di alternanza
  • una sezione speciale del Registro imprese, a cui devono essere iscritte le imprese per l'alternanza scuola-lavoro.

Le imprese, gli enti e i professionisti che intendono offrire periodi di alternanza e apprendistato agli studenti si possono iscrivere gratuitamente al registro per farsi conoscere. Gli istituti scolastici individuano nel registro i soggetti disponibili più confacenti alle loro esigenze, li contattano e stipulano con loro le convenzioni.

Orientamento

Le scuole interessate a conoscere le funzioni e le attività della Camera di commercio possono aderire al progetto progetto Orientamento, offerto da Bergamo Sviluppo che, tra le altre proposte, prevede un modulo dedicato alla presentazione dell’ente camerale.

Si tratta di un incontro della durata di due ore che permette agli studenti di conoscere la storia della Camera di commercio di Bergamo, gli organi che governano l’istituzione e le sue funzioni. Possono poi essere approfondite tematiche specifiche in base all’indirizzo di studio. I temi possono riguardare ad esempio il Registro imprese, l’anagrafe nazionale delle attività imprenditoriali in Italia; e ancora aspetti legati all’avvio di nuove attività imprenditoriali, i servizi offerti alle nuove imprese e un test di predisposizione all'autoimprenditorialità.

Bergamo Sviluppo realizza inoltre iniziative di orientamento all'autoimprenditorialità per gli studenti delle scuole superiori con il progetto Scuola. Gli incontri trattano i temi del del fare impresa con esperti in creazione d'impresa. L'obiettivo è stimolare l'interesse degli studenti sui temi del "mettersi in proprio" e favorire la conoscenza sulle attitudini e sulle capacità richieste nell'avvio di un'attività imprenditoriale al fine di facilitare le future scelte lavorative.